Virginia Vandini

IMG-20140829-WA0003

Da sempre interessata al mondo della comunicazione e della relazione, dopo la laurea in Sociologia con il prof. Domenico De Masi nel 2002, inizio a lavorare nell’organizzazione di eventi in ambito nazionale ed europeo per conto di Enti pubblici e privati.

Contemporaneamente intraprendo il percorso di formazione in counseling nella scuola A.RCo.S., un iter triennale diretto dal professore Andrea Rocca, una persona, oltre che un insegnante, dotata di grande umanità e cultura, che mi permette di conoscere e lavorare al fianco di maestri di fama internazionale come Luigi De Marchi, John Littrell e Andrej Ermoshin.

Preso il diploma di counselor a maggio del 2006 scelgo di lasciare il mio contratto a tempo indeterminato per dedicarmi totalmente alla professione. All’epoca sono già consapevole che questa scelta è la risposta ad una chiamata ben precisa verso la quale non posso sottrarmi: accompagnare l’altro verso la sua auto-realizzazione mediante una relazione empatica, autentica, scevra da ogni forma di giudizio.

Nel 2010 incontro Selene Calloni Williams e, tramite il suo insegnamento, ricevo la chiave di accesso all’approccio archetipico immaginale secondo la prospettiva di Jung e Hillman acquisendo, congiuntamente, antiche pratiche yogiche e sciamaniche trasversali a tutte le correnti misteriosofiche.

Tali conoscenze mi permettono d’integrare il piano storico, personale, razionale tipico dell’animus al piano mitico, universale, poetico proprio dell’anima mettendo a punto un approccio di lavoro del tutto personale per facilitare l’altro in una nuova comprensione dell’esistenza.

I tempi sono maturi per costituire l’Associazione Il valore del femminile e la Scuola di Counseling Umanistico Centrato sulla Persona.

La tematica del femminile e l’esigenza di recuperarne il significato più autentico fa nascere la collaborazione con la Sapienza, Università di Roma e, insieme al sociologo Paolo De Nardis, realizzo convegni sull’argomento nonché il testo “Amore. Ascolto. Accoglienza. Le risorse del femminile in ognuno di noi” dove viene presentato il modello educativo di riferimento, frutto del cammino percorso da oltre dieci anni.

L’Associazione, le persone che la compongono nonché tutte le attività proposte che spaziano dalla formazione agli eventi istituzionali, dalle iniziative sociali ai progetti culturali, dai viaggi ai setting di counseling, sono oggi una fotografia fedele del movimento meraviglioso che si crea quando i talenti s’incontrano, fioriscono e si esprimono nella loro unicità.

Come nasce il progetto